Il concetto di FKT, se preso alla lettera, è un po’ vago. Ciononostante, i più importanti FKT al mondo hanno in comune una serie di caratteristiche che in qualche modo settano un canone, uno standard definito. Noi ci siamo rifatti a questi criteri, a queste caratteristiche, e li abbiamo riassunti così.

#01 Logicità

Il percorso di un FKT deve essere logico: un point to point, un anello, o tutt’al più un out&back. Inoltre, deve iniziare e finire in punti sensati, non arbitrari: deve esserci una ragione per cui passa lì, e non altrove.

#02 Valore collettivo

Il Wonderland Trail esiste da ben prima che qualcuno pensasse di farlo di corsa: la preesistenza dei percorsi come sentieri escursionistici è tipica degli FKT più celebri, ma non è sufficiente. Ciò che distingue il Wonderland Trail dal giro del parco giochi è che il primo ha valore universale per tutto lo sport, non solo per i corridori di Washington.

A Trento si corre il giro delle cime di Trento, che collega, senza seguire un percorso preciso, le cinque cime della città. Negli ultimi anni è stato percorso più volte ma questo non basta a renderlo un FKT: il giro delle cime di Trento, infatti, rappresenta qualcosa di molto importante e iconico per i corridori della città, ma già per un corridore di Rovereto perde senso. Perché non fare anche il giro delle cime di Rovereto? E di Lecco? E di Domodossola? Un FKT deve avere valore per tutta la comunità dell’ultrarunning, non solo per quella di un luogo specifico.

#03 percorso gara

Un FKT non deve ricalcare il percorso di una gara. Questo non impedisce di avere dei tratti in comune, ma in buona sostanza, non si considerano FKT quelli che possono essere percorsi durante una gara ufficiale. 

#04 bellezza

Non tutto è uguale. Correre da un lato all’altro del Grand Canyon non è come correre sulla circonvallazione di Milano: forse sono entrambe attività nobili e di pari dignità, ma non è la stessa cosa. Non è un caso se gli FKT degni di essere chiamati tali si sviluppano all’interno di Parchi Nazionali e aree protette.

#05 Ripetibilità

FKT designa, per lo più, percorsi affrontati di corsa, che quindi non richiedono tecniche di progressione alpinistiche. Non solo, per essere ripetibile un FKT deve essere conosciuto; ecco perché crediamo che sia responsabilità di chiunque ne registri uno impegnarsi per promuovere il percorso affinché qualcun altro lo ripeta.

#06 soggettività

L’ultimo criterio è il nostro gusto personale. Trailhead è una selezione, una piccola biblioteca di percorsi, e risponde a una serie di criteri oggettivi, ma resta pur sempre la nostra scelta.