DATI

distanza: 53,4km
dislivello: 1306m
tipologia: point to point
direzione: NE > SW
partenza: Passo Campogrosso (TN)
arrivo: Monteviale (VI)
regione: Veneto

Ortogonale 1

«È facile, si può fare: fatelo», con queste parole Tommaso Bassa motivava il suo primo tentativo di percorrenza di Ortogonale 1 nel 2020.

Ortogonale 1 è un percorso point to point che collega Passo Campogrosso a Monteviale, seguendo la cresta che divide la destra Leogra dalla Valle dell’Agno, e costruito durante la Prima guerra mondiale come linea di difesa per l’eventuale rottura della linea del Piave. Per circa un secolo la linea è caduta naturalmente in disuso, ma negli ultimi anni a séguito di un lavoro di ripristino voluto dalle istituzioni locali è diventato un sentiero, fatto principalmente di mulattiere e single track.

È un percorso logico, preesistente, già ripetuto da diversi atleti.

STORIA

Nella primavera del 2020, con la sospensione delle gare, una certa nicchia di ultrarunner italiani iniziò a interessarsi di FKT. Per quanto il movimento Fastest Known Time sia intrinsecamente anglosassone, qui prese subito una chiave italiana, e in quell’estate vennero registrati record su Gran Paradiso, Santa Caterina Tredici Cime, Cima Tosa, e altri percorsi alpinistici. Nella nicchia di ultrarunner filoamericani, invece, si cercarono percorsi corribili, e che ricalcassero il classico stile pulito d’oltreoceano.
Ortogonale 1 venne registrato per la prima volta proprio alla fine di quell’estate, il 15 settembre 2020, da Tommaso Bassa, atleta vicentino già finisher di diverse 100 miglia negli Stati Uniti. Tommaso lo corse in 5h25’ correndo con due borracce a mano, un cappellino, e un paio di cuffiette, in classico stile californiano. Qualche anno dopo, faticando a farsi strada nell’ambiente della corsa italiano, Ortogonale 1 resta uno degli FKT più ripetuti e battuti, sebbene principalmente da atleti della zona. Il record originale è stato migliorato più volte, e ci sono stati diversi tentativi di percorrenza collettiva, oltre a un miglior tempo femminile non registrato sul sito, e quindi non ufficiale.

A rendere Ortogonale 1 un percorso importante nel panorama FKT italiano non c’è solo il fatto di essere uno dei primi registrati, ma anche di rispondere ai criteri tradizionali richiesti dal sito originale: si tratta di un percorso point to point facilmente ripetibile, lineare e logico, ma soprattutto preesistente e indipendente rispetto al primo detentore.

PERCORSO

Il percorso di Ortogonale 1 si sviluppa per una lunghezza di circa 50 chilometri con un dislivello positivo di 1800 metri e uno negativo di 3200. Si tratta di un percorso per lo più in discesa, che dal Passo di Campogrosso, che divide il gruppo del Carega dal Sengio Alto, nelle Piccole Dolomiti, e scende la dorsale fino a Monteviale, alle porte di Vicenza. Il percorso si sviluppa principalmente su strade bianche e morbidi single track, ma asseconda il progressivo abbassamento di quota: da tratti più sassosi e di media montagna dei primi chilometri, alla terra battuta nella parte centrale, fino a larghe mulattiere, vecchie rotabili sulla parte finale. Nonostante si trovi in una zona abbastanza abitata, sul percorso non ci sono molti punti di appoggio se non il Rifugio Campogrosso (alla partenza), e quattro ristoranti lungo il percorso, all’incirca ogni 10k. Sul percorso sono presenti cinque fontane, rispettivamente ai chilometri 6, 20, 32, 36 e 46.

A differenza di altri percorsi, Ortogonale 1 è percorribile quasi tutto l’anno, ad eccezione dei mesi invernali in cui può essere presente neve sui primi chilometri. In estate, al contrario, è molto caldo e umido, per questo i periodi consigliati sono tra marzo e aprile e tra settembre e novembre. Il percorso è segnalato con i segnavia ufficiali di Ortogonale 1, accompagnati da cartelloni che illustrano la storia del percorso. Ciononostante, sono presenti molti bivi ai quali è necessario prestare attenzione.